The Walking Dead vs. Frank Darabont: i dettagli della disputa legale

Frank Darabont ha deciso di fare causa alla AMC, ve ne abbiamo parlato lo scorso agosto. Nel frattempo ci siamo sempre chiesti come fosse andata a finire e la risposta è arrivata in questi giorni grazie alle informazioni pubblicate su The Hollywood Reporter. L’addio di Frank Darabont a The Walking Dead è stato fortemente voluto da AMC perché lo sceneggiatore e produttore dello show non avrebbe chiamato a rapporto i registi per stabilire la linea da seguire per The Walking Dead. Pronta la risposta di Darabont che ha smentito tutto aggiungendo che ha incontrato ogni singolo regista.

E questo è solo l’inizio perché le accuse di Frank Darabont sono molto più pesanti, il network gli avrebbe chiesto di ridurre il budget puntando sulla quantità degli episodi e non sulla qualità. Questo ovviamente non era accettabile visto che AMC tratteneva una parte del budget destinato a The Walking Dead. La cosa più assurda è che i dirigenti non rispettavano il lavoro del cast e della troupe e ogni volta che si recavano in Georgia per controllare le riprese, preferivano sostare nelle tende climatizzate, piuttosto che stare fuori al caldo. Le visite erano molto brevi, di appena 10 minuti. Secondo Darabont i dirigenti dovevano indossare gli stivali da combattimento e vivere la realtà di The Walking Dead.

Il botta e risposta non finisce qui, anche la AMC si è difesa, ma Darabont non è solo in questa battaglia visto che Glen Mazzara, showrunner della seconda stagione, ha dichiarato che il network si è comportato in maniera sleale. Come spesso accade in questo tipo di battaglie legali la verità è nel mezzo, però è davvero triste che accadano cose di questo tipo. Probabilmente a Frank Darabont spetterà un risarcimento economico sui diritti di The Walking Dead. Per fortuna questa disavventura non ha influito sulla sua carriera anche se con gli zombie per il momento ha chiuso. A breve partirà la serie televisiva “The Mist” ispirata al film girato nel 2007 ispirato al romanzo di Stephen King.


Informazioni su Flavia Montanaro 1061 Articoli
Classe 1985. Appassionata di serie tv. Web editor per una serie di fortunate coincidenze. "Noi non uccidiamo mai chi è vivo". [Rick Grimes]

Commenta per primo

Rispondi