Addio Sasha: la storia della sopravvissuta più coraggiosa di The Walking Dead 7

Non abbiamo ancora letto tutti i commenti sul finale di The Walking Dead 7 che avete scritto su Facebook perché vogliamo prenderci tutto il tempo per rispondere ad ognuno di voi tutti voi. Intanto abbiamo deciso di dedicare un articolo speciale a Sasha Williams, la sopravvissuta più coraggiosa del gruppo. La sua morte non è inutile ma è un altro dei piccoli pezzettini di puzzle che gli showrunner hanno voluto incastrare alla perfezione. La recensione del finale la faremo più tardi, ora ci sembra doveroso ricordare chi era Sasha.

Quando è entrata nel Santuario è stato chiaro che non ne sarebbe uscita. Sasha è arrivata nel midseason finale della terza stagione, l’episodio era intitolato “Fatti per soffrire”, che oggi ha tutto il sapore di un presagio del suo destino. Era stata accolta nella prigione da Carl e insieme a lei c’era Tyreese, il fratello. Chi vi scrive non è una fan della prima ora ma si è appassionata molto tempo dopo lo scoppio dell’epidemia The Walking Dead. Entrare nel “meccanismo” a volte “perverso” dei produttori non è stato semplice e solo oggi possiamo affermare con certezza che il destino di Sasha Williams era segnato anche se lei è uno di quei personaggi che hanno sempre avuto più chance di sopravvivere rispetto ad altri.

Il passato di Sasha non è mai stato svelato del tutto, i produttori hanno voluto porre molta attenzione sulle sue qualità da combattente, non a caso è uno dei migliori cecchini del gruppo di Rick Grimes. Ha attraversato molti momenti difficili come la morte di Tyreese e di Bob e non si è mai arresa. Sasha era come i volontari dell’interrogazione di fisica, si offriva sempre per salvare gli altri accettando le missioni più pericolose. Uno degli aspetti del personaggio che più ci piace è la sua discrezione e il non essere mai sopra le righe. Negan voleva utilizzarla come un’arma contro Rick Grimes, proprio perché forte, e Sasha forse pensava che una volta trasformata in zombie poteva finalmente ucciderlo. Ha dato la vita per gli altri, quanti di noi sarebbero capaci di farlo?


Informazioni su Flavia Montanaro 1060 Articoli
Classe 1985. Appassionata di serie tv. Web editor per una serie di fortunate coincidenze. "Noi non uccidiamo mai chi è vivo". [Rick Grimes]

Commenta per primo

Rispondi