Daryl Dixon a cavallo? Norman Reedus svela un retroscena di The Walking Dead

norman reedus_daryl dixon

Quando crediamo di sapere tutto su The Walking Dead, ecco che spunta un retroscena inedito. Guarda caso è sempre Norman Reedus che decide di vuotare il sacco, ma questa volta ha svelato un suo segreto. Avreste mai immaginato che l’impavido Daryl Dixon ha paura dei cavalli?

Di recente Norman Reedus è stato ospite del Conan, un talk show americano molto seguito. Incalzato dalle domande del conduttore Conan O’Brien l’attore si è lasciato andare più del solito raccontando che nel copione originale, il suo personaggio doveva andare a cavallo e non in motocicletta. Dopo aver ottenuto la parte però, ha chiesto di fare questa modifica perché ha paura dei cavalli. In particolare gli fanno impressione i grandi occhi e poi questi animali sono capaci di avvertire il tuo terrore, con conseguenze imprevedibili.

In passato Norman Reedus ha avuto una brutta esperienza con i cavalli sul set. Nel 2010 l’attore era impegnato nel film The Conspirator di Robert Redford e c’era una scena in cui doveva salire in groppa ad un cavallo, fare la parte del duro e urlare alla gente. L’animale ad un certo punto è diventato instabile e lui non riusciva a controllarlo, il regista urlava allo staff di intervenire e Norman Reedus pensava solo: «Mi licenzieranno!».

Quando l’attore ha avuto tra le mani il copione e ha letto che c’erano dei cavalli non sapeva proprio come fare, poi ha visto una motocicletta e gli è venuta un’idea brillante. Norman Reedus infatti ha chiesto di chi fosse e, quando gli hanno risposto che era del “fratello” Merle, ha avanzato la sua proposta. Sicuramente per la produzione è stato meglio così, gestire una motocicletta è molto più semplice che tenere a bada un cavallo, soprattutto con tutti quei famelici walker in agguato.


Informazioni su Flavia Montanaro 1180 Articoli
Classe 1985. Appassionata di serie tv. Web editor per una serie di fortunate coincidenze. "Noi non uccidiamo mai chi è vivo". [Rick Grimes]

Commenta per primo

Rispondi