Daryl Dixon doveva uccidere Rick Grimes?

La fine di The Walking Dead 8 ha messo in evidenza i contrasti tra i Sopravvissuti, Rick Grimes ha deciso di salvare Negan alla fine della guerra vinta contro il villain e lo ha fatto rinchiudere in prigione, ad Alexandria. Nel prossimo episodio di The Walking Dead 9, probabilmente assisteremo al faccia a faccia tra Negan e Maggie, ma al momento l’attenzione è puntata sull’uscita di scena di Rick Grimes. Ormai è ufficiale che accadrà tutto nel quinto episodio e ci sono tantissime teorie e anche dei retroscena. Quello più divertente è stato svelato dall’attore Norman Reedus.

L’interprete di Daryl Dixon, braccio destro di Rick Grimes, e amico di Andrew Lincoln anche nella vita reale, ha temuto che sarebbe stato proprio lui ad uccidere il leader. C’è chi ipotizza la morte di Rick o la sua uscita di scena, un finale aperto ad un eventuale ritorno, però Norman Reedus ha raccontato che prima di girare le scene dell’ultima puntata dell’ottava stagione, venne chiamato sul set all’improvviso. Sappiamo che gli attori spesso non vengono informati di quello che sta per accadere se non all’ultimo momento e Norman Reedus ha sudato freddo, nel vero senso della parola.

Nell’ultima scena ci sono Maggie, Jesus e Daryl. Inizialmente non era prevista la presenta di Dixon, e dal copione sembrava proprio che tutti si rivoltassero contro Rick Grimes. Circa un’ora prima di girare la scena, i produttori hanno chiamato Norman e gli hanno detto che c’era bisogno di Daryl, lui non voleva andare contro Rick, ma lo hanno rassicurato sul fatto che serviva per il futuro e per tutto il tempo delle riprese, Reedus era convinto che sarebbe stato lui ad uccidere Grimes, oppure il contrario…


Informazioni su Flavia Montanaro 1198 Articoli
Classe 1985. Appassionata di serie tv. Web editor per una serie di fortunate coincidenze. "Noi non uccidiamo mai chi è vivo". [Rick Grimes]

Commenta per primo

Rispondi