Daryl si sente in colpa per la morte di Glenn?

Daryl si sente in colpa per la morte di Glenn?

Il regno di Ezechiele era solo una parentesi serena nel mondo di The Walking Dead: la vita è un inferno e Daryl, rinchiuso in cella, lo sa molto bene. Non avevamo mai visto Mr. Balestra comportarsi così, sembra quasi che si sia arreso. Che la speranza ormai fosse un optional lo sapevamo ma molti di noi non riconoscono più il personaggio interpretato da Norman Reedus. Il terzo episodio di The Walking Dead 7 è stato cupo e angosciante, questo per rispondere ancora una volta a chi trova la serie noiosa. È davvero difficile riuscire a suscitare forti emozioni, anche contrastanti, e alla fine di “The Cell” ci siamo trovati davvero spiazzati. Avevamo delle certezze e Daryl era una di queste, lo sviluppo della sua storia personale da parte di Robert Kirkman ci incuriosisce perché non sappiamo sino a che punto si spingerà. Daryl Dixon non è presente nel fumetto quindi può accadere davvero di tutto.

In verità abbiamo ipotizzato che tra Daryl e Negan si instaurerà un rapporto di fiducia-rispetto come quello che nasce tra il villain e Carl, una direzione molto interessante che potrebbe sconvolgere ulteriormente gli equilibri già precari nei gruppi delle comunità. Rischiamo come sempre di dilungarci troppo, accade solo quando ci sono queste puntate “psicapolittiche” non vi preoccupate. Approfondendo dunque il discorso sul senso di colpa di Daryl, una domanda che in molti ci hanno fatto, ecco che rispondiamo con le parole di Greg Nicotero.

Ovviamente Daryl ha avuto un ruolo fondamentale, inutile negarlo, il produttore ha spiegato che hanno voluto enfatizzare il carattere del personaggio, sempre pronto a prendersi una pallottola al posto di un amico. Dixon avrebbe preferito essere lui la vittima di Negan! La sua reazione però ha solleticato l’ego smisurato del villain che ha voluto dimostrare a tutti quello di cui era capace. Daryl è distrutto e viene torturato nella prigione, con l’intento di farlo cedere. Quando Dwight insiste nel dire che quello che è successo ai suoi amici dipende proprio da lui, Daryl Dixon ci crede. Noi siamo sicuri che il gruppo si riunirà e che tutti insieme cercheranno di rimettere insieme i pezzi. Anche Daryl metterà da parte il senso di colpa. Quando?

ps. L’immagine che abbiamo scelto è stata presa dal profilo Instagram di Norman Reedus, ci sembrava quella più adatta al nostro articolo, perché “tenera”. Sembra quasi che Daryl abbia chiesto scusa a Glenn con quel bacio. Non credete anche voi?


Informazioni su Flavia Montanaro 1279 Articoli
Classe 1985. Appassionata di serie tv. Web editor per una serie di fortunate coincidenze. "Noi non uccidiamo mai chi è vivo". [Rick Grimes]

Commenta per primo

Rispondi