Fear The Walking Dead 3×07 e 3×08, recap del midseadon finale

Il midseason finale di Fear The Walking Dead 3 andato in onda la scorsa domenica su AMC con un doppio appuntamento: ‘The Unveiling’ e ‘Children of Wrath’ due episodi dove non si può certo dire che sia mancata l’azione. Tra le cose che hanno funzionato c’è sicuramente il ritorno di Ofelia che non è più la stessa. Riassumiamo quali sono gli avvenimenti più significativi e che ci serviranno per l’inizio della seconda parte.

Abbiamo visto una Madison sempre più agguerrita a cui non interessa stare dalla parte giusta, anzi è convinta che il ranch sia il posto adatto per iniziare una nuova vita con i suoi figli. Il doppio episodio chiude un cerchio e non sono mancate le sorprese come il ritorno di Ofelia appunto. Grazie a lei vengono affrontati nuovi temi ed ecco che si scoprono delle verità taciute per troppo tempo. Sapevamo già che tipo era Jeremiah Otto però quel gesto pieno di razzismo e odio nei confronti della donna in fin di vita ci aiuta a definire meglio il personaggio. È un uomo orgoglioso e pieno di contraddizioni e questo non gli fa vedere con chiarezza le cose.

Eccezionale la sceneggiatura di questi due episodi di Fear The Walking Dead 3 perché per la prima volta è lineare e riusciamo a capire tutto quello che succede e quando non è esplicita si inseriscono le azioni dei personaggi stereotipati all’ennesima potenza. Walker e Jeremiah si muovono in direzioni che conosciamo già, Otto infatti quando incontra Ofelia nel deserto le dice ‘Benvenuta in America!’ con aria di superiorità. In Fear The Walking Dead 3 è stata inserita la storia di un gruppo di indiani che vuole riprendersi quello che gli è stato sottratto e che gli spetta di diritto. Nella disputa si inserisce Madison che, nonostante la tenacia e la forza d’animo, si muove ancora seguendo le sue emozioni. Un’evoluzione interessante del midseason finale è quella del personaggio di Jake, il ragazzo vuole porre rimedio a tutti gli errori commessi dal padre e arriverà persino a rischiare la sua stessa vita! Alicia capisce (forse troppo tardi) che Madison e Nick le hanno nascosto la verità sulla fine della famiglia Trimbol e cioè che è stato Troy ad ucciderli. Dopo l’apocalisse zombie non esistono più valori!

A conclusione della prima parte di stagione di Fear The Walking Dead 3 possiamo dire che non ci aspettavamo questo cambio di direzione, i personaggi sono molto più interessanti e le situazioni molto realistiche. Non vogliamo fare confronti con lo show principale, viaggiano su due binari paralleli, e non riusciamo nemmeno a dire quale sia il migliore. È una storia nuova che si evolve come il personaggio di Nick che è quello che più ci incuriosisce dalla prima stagione. Avete notato il suo taglio di capelli? Forse era l’unico in grado di uccidere Otto. Eppure il passato torna sempre, soprattutto per un altro personaggio degno di nota, Victor Strand, l’unico che è rimasto fermo. Forse si muoverà nella seconda parte?


Informazioni su Flavia Montanaro 1198 Articoli
Classe 1985. Appassionata di serie tv. Web editor per una serie di fortunate coincidenze. "Noi non uccidiamo mai chi è vivo". [Rick Grimes]

Commenta per primo

Rispondi