Fear The Walking Dead: riassunto e recensione dell’episodio 1×04 “Not fade away”

fear the walking dead_nick piscina

Per questo quarto episodio i produttori di Fear The Walking Dead hanno scelto un titolo importante, “Not fade away” è un successo musicale dei Rolling Stones (e prima ancora dei Crickets), ma è stato anche il titolo di un film del 2012 diretto da David Chase ambientato negli anni ’60. Dopo questa piccola divagazione dal mondo apocalittico di Fear The Walking Dead, passiamo subito alla recensione dell’episodio 1×04 andato in onda domenica sulla AMC e che voi potete trovare da qualche parte nel web (seguendo i commenti dei nostri fan più fedeli sulla pagina Facebook).

Nick è in piscina che fa un bagno, Travis fa jogging come al solito, sembra quasi che la diffusione del virus sia stato un brutto sogno, eppure alzando lo sguardo si vede che l’esercito ha tenuto tutte le persone che non sono ancora state infettate in un perimetro protetto tipo Woodsbury. Purtroppo i medicinali non arrivano e la gente è impaziente, a questo bisogna aggiungere che l’elettricità scarseggia. Travis (il buono) viene eletto sindaco di questa “safe zone” perché è l’unico che può monitorare il numero e lo stato delle persone che vi fanno parte. Liza passa gran parte del suo tempo a curare i malati. Madison invece ha dei problemi con Travis a causa delle divergenze sulle persone infette. La povera Griselda prega, mentre il marito Daniel si apposta alla finestra per guardare tutto quello che succede (stile vecchietti di paese). Ofelia invece cerca di fare le moine ai soldati per avere le medicine dai soldati e Alicia si trasforma in investigatrice e va a curiosare a casa della sua vicina/zombie. Chris invece decide di passare il suo tempo facendo il film-maker, ma in una delle sue riprese nota una strada luce che fa vedere a Madison. La donna crede che si tratti di una richiesta di aiuto, quindi decide di salire sul tetto all’alba e di inviare a sua volta dei messaggi luminosi con una torcia e… ottiene una risposta!

In Fear The Walking Dead i personaggi più cazzuti sono sicuramente Nick e Madison e proprio lei riesce a superare la sorveglianza e ad uscire dalla zona. Un forte odore di corpi putrefatti la attira verso una distesa dove ci sono persone uccide da colpi di fuoco alla testa. Il buon Travis (che è un personaggio tanto finto quanto odioso) parla con i militari della luce che ha visto Chris, ma gli uomini lo rassicurano del fatto che non c’è più nessuno in vita. In tutto questo non ci dimentichiamo di Alicia che ha letto la lettera di Susan, scritta la notte in cui aveva scoperto di essere stata trasformata, e che decide di farsi dei tatuaggi.

Nick comunque si continua a rivelare il più furbo di tutti perché ha trovato il modo per drogarsi. Un uomo curato da Liza ha bisogno di morfina e lui si nasconde sotto il letto e se la inietta nel piede, solo che dura poco perché il paziente viene trasferito nell’ospedale fuori, tra l’altro anche Madison lo scopre ed è incredibile come in Fear The Walking Dead si scopre tutto ma non quale sia l’origine del virus. Comunque anche Griselda inizia a stare sempre peggio e chi va con lei in ospedale? Sì, proprio Nick. Comunque alla fine anche Travis vede la luce di Chris, solo che mentre cerca di focalizzare il punto da cui proviene sente degli spari.

Non riusciamo a capire come mai Fear The Walking Dead non piaccia e soprattutto perché molti siano convinti del fatto che sia lento e noioso. Per questa puntata è tutto, vi invitiamo a commentare e a condividere il vostro punto di vista su Fear The Walking Dead.


Informazioni su Flavia Montanaro 1181 Articoli
Classe 1985. Appassionata di serie tv. Web editor per una serie di fortunate coincidenze. "Noi non uccidiamo mai chi è vivo". [Rick Grimes]

Commenta per primo

Rispondi