Hope: la nuova serie italiana ispirata a The Walking Dead

hope
Immagine presa dalla pagina ufficiale di Hope

Ce l’avete segnalato in tanti e oggi abbiamo deciso di parlare di Hope. D’altronde, dopo un giorno di pausa, dovevamo tornare con un articolo “gustoso” per farci perdonare. La pagina Facebook del progetto ha già superato i duemila fan e cresce sempre di più l’interesse verso questa produzione tutta italiana a tema “zombie”. Il Kirman tricolore (Mimmo Greco n.d.r.), ha rilasciato un’intervista molto interessante, purtroppo ha svelato pochissimi dettagli, in puro stile The Walking Dead. E’ impegnato nelle riprese del pilot per portare a termine la prima stagione ed è in trattativa per portarla sullo schermo. Il progetto è sicuramente ambizioso e anche noi, come Mirko Galletta, abbiamo pensato al “copia-incolla”, probabilmente perché siamo concentrati anche sullo spin off e non riusciamo ad immaginare qualcosa di diverso rispetto alla serie principale. Hope però parla dell’apocalisse zombie in Italia, dove la cultura e i modi di agire sono sicuramente diversi rispetto a quelli americani. Giustamente, Mimmo Greco ci fa riflettere sul fatto che noi “aspettiamo il problema per trovare una soluzione”, mentre in America sono armati sino ai denti e preparati per la quarta guerra mondiale.

Tuttavia, Hope si colloca nello stesso universo e risponde alla domanda: “Come se la sta cavando il resto del mondo?”. L’ambientazione scelta per Hope è il territorio di Cassano delle Murge, ricco di foreste e masserie abbandonate intorno a cui ruotano macabre storie. Grazie a questo “set naturale” sono stati risparmiati i soldi per le scenografie.

Nel cast ci sono attori professionisti conosciuti dal pubblico, questi i nomi: Fortunato Marco Iannaccone, Lidia Cocciolo, Marilù Pipitone, Gianni D’Addario, Gianpiero Pumo, Ezio Spezzacatena, Vincenzo Messina, Angelo Minoli, Federica Del Col, Marcello Arnone, Carlo Caracciolo, Niccolò Cancellieri, Alessia Iacopetta e Renato Paioli.

Nei prossimi mesi sentiremo molto parlare di Hope, intanto sul sito ufficiale http://www.hopeserie.it è possibile leggere la sinossi. L’epidemia zombie si è diffusa in tutto il mondo e l’unica caratteristica comune a tutte le nazioni è la sua velocità. Le ricadute sulle popolazioni ovviamente sono differenti e nel caos più totale Francesco e Sofia fuggono via insieme ad Irene e Claudio. Si rifugiano in una masseria che ricorda molto la fattoria Greene, dove Sofia da alla luce una bambina che chiamano Hope. Purtroppo la ragazza muore poco dopo il parto. Gli eventi si interrompono e riprendono 6 anni dopo, con Francesco che vaga da solo. Cosa sarà successo? Non vediamo l’ora di scoprirlo.


Informazioni su Flavia Montanaro 1279 Articoli
Classe 1985. Appassionata di serie tv. Web editor per una serie di fortunate coincidenze. "Noi non uccidiamo mai chi è vivo". [Rick Grimes]

Commenta per primo

Rispondi