Il futuro di The Walking Dead

Manca poco al ritorno di The Walking Dead, la nona stagione sarà molto importante perché rappresenta un punto di svolta. Ci saranno due addii clamorosi di cui abbiamo già parlato e, mentre il futuro di Rick Grimes appare incerto, quello di Maggie Greene sarà reso interessante dai produttori. La sua uscita di scena non è mai stata ufficializzata apertamente, l’attrice Lauren Cohan ha rinegoziato il contratto e ha deciso di fare nuove esperienze (ha siglato un accordo con la ABC per Whiskey Cavalier), però farà ancora parte dello show.

Angela Kang, la nuova showrunner di The Walking Dead, ha dichiarato ad IGN: «Sono davvero entusiasta della storia riguardante Maggie in questa nona stagione. Lauren è entrata nello show nello stesso momento in cui l’ho fatto io, quindi mi è piaciuto molto scrivere per lei e lavorare al suo fianco, ed il piano è quello di avere storie future attorno al suo personaggio». La Kang ha aggiunto: «La vedremo a pieno titolo nel ruolo di leader, forte e formidabile come Rick. Un elemento della nona stagione che andremo ad esplorare sarà l’effetto domino e dunque ciò che accadrà nel primo episodio avrà una conseguenza importante sulla storia di Maggie».

Le parole di Angela Kang seguono quelle di Josh Sapan, il CEO di AMC Networks. In una recente conferenza stampa ha annunciato che l’emittente televisiva ha intenzione di far continuare The Walking Dead per altri dieci anni ma non ha specificato se verranno prodotte altre serie oppure degli spin off. Dopo la settima e l’ottava stagione gli ascolti sono calati, si ripongono tutte le speranze nell’arrivo dei Whisperer per farli risalire. Episodi paralleli alla storyline principale potrebbero essere l’unico modo per far durare ancora così tanto tempo l’apocalisse zombie in tv.


Informazioni su Flavia Montanaro 1219 Articoli
Classe 1985. Appassionata di serie tv. Web editor per una serie di fortunate coincidenze. "Noi non uccidiamo mai chi è vivo". [Rick Grimes]

Commenta per primo

Rispondi