La forza della Sopravvivenza

hershel

The Walking Dead, una delle Serie Tv più seguite degli ultimi tempi, è già un cult tra i telefilm americani. La Serie è tratta dall’omonimo fumetto scritto da Robert Kirkman e giunta alla sua quarta stagione prodotta in America dalla AMC e diretta dal regista Frank Darabont. La Serie è amata in tutto il mondo e i suoi fan zombie sono sparsi tra le strade di tutti e cinque i continenti, ma a cosa deve davvero il suo successo quest’opera televisiva? 

La domanda probabilmente sembra complessa e difficile, ma credo che la risposta sia una sola. Gli Zombie? No, non sono loro i veri protagonisti di questa Serie Tv, sembra una fesseria ma è cosi, gli Zombie sono solo un contorno è semplicemente una cornice di un quadro bellissimo. E’ vero siamo in piena apocalisse Zombie, come fanno a non essere loro i protagonisti?! La risposta è complessa ma semplice e diretta come la prima che ci siamo posti in questo articolo. Già Robert Kirkman nel suo fumetto (ancora in corso) fa notare che i veri “morti che camminano” non sono quei non-morti putrefatti che vagano in cerca di una preda da squartare ma siamo noi, gli uomini, i sopravvissuti. Un concetto non facile da capire ma che sia Kirkman che Darabont spiegano benissimo (in maniera velata) nei loro lavori.

rick_grimes___we_are_the_walking_dead__by_thewolfmonster-d54mki2

E’ l’uomo il vero protagonista di questo Drama, Rick e la sua “famiglia” di sopravvissuti sono sempre attaccati da qualche nuovo pericolo. Dagli Zombie alla malattia passando sempre per il pericolo maggiore, l’uomo stesso. La nostra stessa specie, la nostra razza invece di cercare di fare gruppo e di aiutarsi vicendevolmente per uscire da questa catastrofe globale si dimostra egoista e vigliacco, probabilmente destinato ad estinguersi prematuramente. Sia Darabont che Kirkman ci mettono davanti ad una scomoda verità, l’uomo non è candido e pulito, l’uomo non è bene e altruismo.L’uomo è il male. Non sempre magari c’è chi è riuscito a mantenere sempre una linea di calma apparente o di civiltà sociale anche dopo questo grande caos ma la sopravvivenza crea dei mostri. Il dover vivere sempre su un filo sottile e fragile non permette di certo ai nervi di rilassarsi ed è quello che accade al telespettatore che si immerge completamente nei personaggi principali che sono ben diversificati cosicché ogni fruitore della Serie possa identificarsi in uno di loro.

The Walking Dead ci spiattella davanti la realtà, il primo pericolo di cui avere paura non è nient’altro che noi stessi e quello che possiamo fare per proteggere la nostra famiglia o i nostri cari e i nostri amici, la sopravvivenza di un nostro conoscente è infinitamente più importante di qualsiasi cosa possa succedere all’esterno. Potremmo definire The Walking Dead una finestra sulla realtà non ancora non-morta.


Informazioni su Flavia Montanaro 1199 Articoli
Classe 1985. Appassionata di serie tv. Web editor per una serie di fortunate coincidenze. "Noi non uccidiamo mai chi è vivo". [Rick Grimes]

Commenta per primo

Rispondi