Lauren Cohan e il percorso di vendetta di Maggie in The Walking Dead

Manca poco più di un mese al ritorno di The Walking Dead 8 e gli occhi sono tutti puntati sul destino di Carl Grimes, eppure ci sono altre storie molto interessanti che meritano il giusto approfondimento come quella di Maggie. La vedova di Glenn è stata intervistata da EW che ha pubblicato anche uno scatto della seconda parte dell’ottava di stagione in cui la vediamo seduta alla scrivania accanto ad una culla.

Alexandria è stata distrutta e anche ad Hilltop le cose non vanno meglio visto che Maggie ha dovuto dimostrare di essere un leader forte e capace di prendere delle decisioni drastiche facendo giustiziare due Salvatori. Il nuovo leader di Hilltop ne ha ucciso uno a sangue freddo per mandare un messaggio a Negan. Mossa inaspettata e strategia calcolata nei minimi dettagli. Maggie è divisa a metà, sta pensando da dove viene, ad Hershel, a quello che è successo a Glenn, ma deve adattarsi. Per Lauren Cohan quello che ha fatto Maggie è una vendetta impulsiva, una reazione dettata da quello che ha vissuto. Tormentata tra il dover fare la cosa giusta e scatenare la rabbia repressa, Maggie ha scelto di cedere al suo istinto.

In futuro la leader di Hilltop continuerà su questo percorso di vendetta e anche Lauren Cohan in un certo senso è sorpresa perché Maggie era “sottomessa”. L’attrice non ha specificato se il personaggio che interpreta riuscirà a gestire i sentimenti contrastanti, vendetta e compassione sono due facce della stessa medaglia a The Walking Dead. Quindi non ci resta che attendere la messa in onda della seconda parte di The Walking Dead 8 dal 25 febbraio su AMC e dal 26 su FOX.


Informazioni su Flavia Montanaro 1279 Articoli
Classe 1985. Appassionata di serie tv. Web editor per una serie di fortunate coincidenze. "Noi non uccidiamo mai chi è vivo". [Rick Grimes]

Commenta per primo

Rispondi