Le donne della quinta stagione di The Walking Dead

Le donne della quinta stagione di The Walking Dead

0
carol peletier
the walking dead

Se è vero che le donne salveranno il mondo, nello scenario apocalittico di The Walking Dead sono fondamentali. Nella quinta stagione si potrebbe dire che sia stata Michonne a salvare Rick spesso e volentieri visto che è stata una guida capace di prendere le decisioni giuste al momento giusto. Oggi abbiamo deciso di scrivere un articolo un po’ diverso. L’8 Marzo è passato da un bel po’, però le donne di The Walking Dead che sono state protagoniste della quinta stagione meritano un post speciale.

Beth Greene

La ragazzetta aveva l’aria un po’ stupidella però era molto simpatica e quando suonava il piano l’effetto pelle d’oca era assicurato. Durante la seconda stagione aveva tentato il suicidio poi capisce di voler continuare a vivere. La sua morte è stata uno dei momenti più tristi. Ciao Beth R.I.P.

Carol Peletier

Lei è la mente del gruppo, una donna con la D maiuscola. Ce la immaginiamo in minigonna ai cortei femministi e ancora presso un centro per violenza sulle donne. Nella quinta stagione di The Walking Dead ha distrutto con le sue sole forze il rifugio di Terminus e ha salvato i suoi amici da un gruppetto di cannibali affamati. Nel tempo libero prepara biscottini.

Deanna Monroe

Il capo della comunità di Alexandria (o la capA come vorrebbe la Boldrini!) è un personaggio molto ambiguo. E’ un generale in gonnella e forse dovrebbe cambiare serie e trasferirsi a “JAG avvocati in divisa”. Siamo curiosi di conoscere la sua evoluzione nella prossima stagione.

Jessie Anderson (occhioni da cerbiatta)

La sua storia è simile a quella di Carol perché la donna ha subito maltrattamenti dal marito. L’abbiamo vista all’opera con Rick. Ma gli zombie non si combattono sbattendo le ciglia!

Judith Grimes

Baby Grimes salverà il mondo! Non c’è altro da aggiungere. Questa bambina non piange mai e ha quell’espressione da dura che mette paura.

Maggie Greene

Segni particolari: bellissima. Maggie ha il cuore di ghiaccio e nulla sembra scalfirla. Coraggiosa e molto abile con le armi è reclutata spesso per le missioni più difficili. Una vera e propria Tomb Raider.

Michonne

Senza la sua katana non la riconoscevamo e alla fine della quinta stagione l’ha impugnata nuovamente. Anche i panni da poliziotta non le donano molto ma è lei che ha convinto Rick a proseguire il cammino verso Alexandria. Se ne sarà pentita? Li abbiamo visti tutti gli sguardi languidi che ha lanciato a Grimes. Però gli uomini amano le bionde!

Rosita Espinosa

In caso di apocalisse zombie chiamate Rosita. Lei non ha solo il fisico della sopravvissuta ma riesce ad adattarsi a tutte le situazioni senza mai lamentarsi. Parla poco ma ha delle idee formidabili.

Sasha

Povera Sasha con il cuore straziato dal dolore. Prima ha perso Bob e poi suo fratello Tyreese. La vita tranquilla della safe zone la disgusta e non riesce ad adattarsi. Speriamo che si riprenda prima dell’arrivo della prossima minaccia. Lei è un cecchino infallibile.

Tara Chambler

Nonostante sia una gran fifona quando c’è da combattere si fa avanti. Inoltre una delle sue qualità è l’ironia. Durante l’ultima stagione è rimasta gravemente ferita alla testa ma grazie alle cure di Pete e Rosita è tornata come nuova.

Donne, in quale di queste protagoniste di The Walking Dead vi riconoscete? E voi maschietti quale preferite?

Abbandono per un attimo il “noi” e aggiungo una nota personale… Io adoro Carol! Ecco perché ho scelto lei come immagine in evidenza per il post!

(Scusate l’incursione)

F. 

No commenti

Lascia un risposta