È morto George Romero il ‘vero’ padre degli zombie

È morto George Romero il ‘vero’ padre degli zombie

0

George Romero e Robert Kirkman non andavano d’accordo, il padre degli zombie infatti ha criticato in più di qualche occasione il lavoro del padre di The Walking Dead. Non possiamo metterli sullo stesso piano, ognuno di loro infatti ha ‘dato vita’ ai morti viventi in maniera diversa. Eppure oggi vogliamo condividere con voi questa piccola riflessione e uscire dal tema principale del sito. Romero voleva fare dei film di intrattenimento ma la figura degli zombie era cruciale perché non erano solo creature mostruose e assetate di sangue. I film si inseriscono in un contesto storico ben preciso che è quello della fine della guerra del Vietnam e i critici hanno sempre ‘letto’ i messaggi politici nascoste nelle pellicole del regista.

In realtà gli zombie esistevano già da tempo ma è stato Romero a renderli ‘umani’. Con la morte di George Romero diciamo addio ad un grande regista che ha dato una svolta al cinema horror, facendolo diventare un genere quasi sovversivo, non solo splatter ma messa in scena dell’insoddisfazione sociale, della lotta contro il consumismo e per alcuni anche previsioni future di quella che sarebbe stata l’America di Donald Trump. Dopo La notte dei morti viventi tutti si sono misurati con questo tipo di narrazione anche Robert Kirkman con The Walking Dead (nello show tratto dal fumetto sono proprio gli umani quelli da temere e non gli zombie/walker).

Gli zombie di George Romero sono delle creature lente, pericolose solo quando accerchiano in massa li umani che devono unire le loro forze per ucciderli. In Zombi e Il giorno degli Zombi questo concetto è chiarissimo e forse solo nello spin off Fear The Walking Dead possiamo riconoscere questo ‘schema’. La verità è che tanti hanno cercato di seguire le orme del genio ma secondo gli esperti, l’unica pellicola degna è L’alba dei morti dementi, una commedia divertente in cui si spiega che non c’è alcuna differenza tra non morti e vivi.

No commenti

Lascia un risposta