Perché Negan è il più affascinante dei villain

Negan è stato sconfitto. Rick Grimes ha scelto di graziarlo anche se adesso sarà sbattuto in prigione. Noi speriamo che rimanga poco tempo confinato in quattro mura perché quando c’è Negan l’episodio ha un ritmo diverso. Da tempo aspettavamo l’arrivo di un degno antagonista per Rick dopo la dipartita del Governatore e se ci pensate bene Negan è quasi l’alter ego dello sceriffo Grimes. Avete presente quando vi guardate allo specchio e vedete un’altra persona che non vi piace e che non riconoscete? Quando pensiamo a Rick e Negan abbiamo la stessa sensazione e gli autori sono stati abilissimi come non mai a farci cogliere tutte le sfaccettature dei loro caratteri tanto da spingerci a metterci nei loro panni.

Sicuramente Negan deve molto del suo fascino all’attore che lo interpreta nello show televisivo e alla complessità del personaggio. Si è dovuto adattare all’apocalisse zombie e ha scelto di nascondere qualsiasi lato umano per diventare un leader. Uno spin off del fumetto ci ha fatto conoscere il passato di Negan che era un professore di educazione fisica sposato con Lucille, una donna che gli è sempre stata fedele e lo ha protetto nonostante lui non fosse un marito perfetto. In piena apocalisse zombie Lucille muore per un cancro ed ecco che Negan cambia completamente e diventa cinico e costruisce un personaggio sicuro di sé. L’unica cosa che lo lega al passato è una mazza chiodata a cui ha dato il nome della moglie che ha continuato a proteggerlo perché lo “aveva messo in una bolla”.

Negan ci piace perché è capace di estremizzare la realtà e di confondere i confini tra il bene e il male. È il suo atteggiamento beffardo che conquista, eccezionale quando ha rifiutato di ascoltare il contenuto della lettera che gli aveva scritto Carl prima di morire. Negan soffriva, ma avendo imparato a non lasciarsi andare non lo abbiamo visto struggersi dal dolore. È un cattivo sino alla fine ed è questo che in fondo lo rende affascinante.


Informazioni su Flavia Montanaro 1136 Articoli
Classe 1985. Appassionata di serie tv. Web editor per una serie di fortunate coincidenze. "Noi non uccidiamo mai chi è vivo". [Rick Grimes]

Commenta per primo

Rispondi