Recensione The Walking Dead 4×02: Infetto

Recensione The Walking Dead 4×02: Infetto

0

infectedAbbiamo avuto il piacere di guardare con attenzione il secondo episodio della quarta stagione di The Walking Dead, Infetto. Una puntata che svela diversi interrogativi aperti nella puntata d’apertura, e che ci fa comprendere quale sia l’elevato stato di tensione che contraddistinguerà le prossime puntate.

SPOILER

La puntata ci chiarisce come il pericolo non sia più (o solo) all’esterno della prigione, ma si trovi all’interno della comunità guidata da Rick. Un virus micidiale sta infatti uccidendo e trasformando in zombie gli abitanti del carcere, e il rischio di una diffusione è elevatissimo.

Rick sceglie di tornare ad assumere il ruolo di leader dopo qualche pausa di riflessione, e capisce che il proprio figlio Carl non potrà che seguire le sue orme (per tale motivo, restituisce al giovane la propria pistola). Intanto, la morte di Ryan e lo straziante rapporto con le figlie sembrano aprire una finestra molto drammatica nella serie (pur con picchi di commozione non nuovi), mentre due nuovi misteri si affacciano nella stagione.

Chi nutre gli zombie da dietro la recinzione? E, soprattutto, perchè Michonne – dopo un secco rifiuto – si è messa a piangere tenendo in braccio la piccola Judith?

No commenti

Lascia un risposta