Robert Kirkman fa causa alla AMC: è guerra totale

Robert Kirkman fa causa alla AMC: è guerra totale

0

Ci piace provocare, lo sapete, però in casa AMC tira una brutta aria. A quanto pare Robert Kirkman si è lamentato per non aver ricevuto il giusto compenso e non si è limitato a sbattere i pugni sul tavolo ma ha addirittura fatto causa all’emittente televisiva. I profitti di The Walking Dead hanno tantissimi ‘zeri’, e gli incassi continuano a salire, per questo Kirkman, insieme a Gale Anne Hurd, Glen Mazzara e David Alpert hanno deciso di muoversi. Una ‘guerra totale’ che potrebbe avere delle conseguenze devastanti, ancora più gravi di quelle della guerra tra Rick Grimes e Negan.

Non è la prima volta che si verifica una situazione di questo tipo, sicuramente ricordate la battaglia legale di Frank Darabont che ha contribuito a creare lo show e che è stato licenziato nel corso della seconda stagione. Il precedente legale potrebbe avere un peso e costringere la AMC a prendere decisioni inaspettate. Per il momento questa è solo un’ipotesi ma noi staremo ben attenti e seguiremo l’evolversi della vicenda. Intanto la corte dovrà quantificare la somma dei diritti che spettano al produttore e agli sceneggiatori per la messa in onda. Nel testo della denuncia si fa riferimento agli obblighi contrattuali con i creativi, ovvero i talenti dell’industria che sono i veri responsabili del grande successo di The Walking Dead.

La risposta di AMC non è tardata ad arrivare, i vertici hanno fatto sapere che possono trasmettere ‘come’ e ‘quando’ vogliono le puntate di The Walking Dead. Cause di questo tipo sono comuni nel settore dell’intrattenimento e per le serie tv di successo. Quanto accaduto non è una novità per AMC che continua a rispettare il gruppo di ‘creativi’ dello show. Si difenderanno contro questa causa che ha tutta l’aria di essere dettata da ragioni di ‘opportunismo’ e, nonostante i nuvoloni all’orizzonte, non arriverà nessun temporale. La collaborazione continua!

No commenti

Lascia un risposta