Robert Kirkman ha già scritto la fine di The Walking Dead?

Mentre tutti i settimanali si contendono la star del momento, Jeffrey Dean Morgan, ecco che Robert Kirman si diverte a seminare il panico tra i fan con le sue dichiarazioni. Tutti noi temiamo che l’avventura di The Walking Dead stia per volgere al termine, magari questa non sarà l’ultima stagione ma prima o poi verrà scritta la parola fine all’apocalisse zombie, perché le serie tv non possono durare per sempre. E dopo questo pensiero banale, forse è meglio proseguire con le ultime parole del maestro Robert Kirkman.

Vi sono molte similitudini tra le serie tv e il fumetto ma il finale dello show targato AMC è sempre in evoluzione. Se pensate che c’era una versione precedente rispetto all’arrivo ad Alexandria, potete facilmente immaginare quanto sia duro il lavoro di Kirkman e della sua squadra per dare credibilità alla narrazione. Sfogliando le pagine del fumetto infatti l’arrivo ad Alexandria avviene nell’albo 69, in una sola stagione c’è stato un salto agli avvenimenti narrati nell’albo 157. Portare le vicende dei sopravvissuti sul piccolo schermo è un lavoro lungo e faticoso, ma non meno entusiasmante visto che l’autore continua a cambiare il finale. Perché sì, dovete sapere che la fine di The Walking Dead c’è, anche se non è sempre la stessa.

Il motivo? Beh, in primis l’arrivo del villain Negan che porta linfa vitale allo show e apre nuove strade narrative. Se fino a questo momento parlavamo di mondo invaso dai walker e sconvolto dall’apocalisse zombie, ora possiamo sostituire i vecchi termini con Negan. Anche Jeffrey Dean Morgan continua a dire che è tutto diverso adesso, abbiamo già percepito qualcosa nel trailer, soprattutto la vulnerabilità dei personaggi. E voi cosa ne pensate? Quando finirà The Walking Dead? E Roberta Kirkman, cambierà di nuovo il finale?


Informazioni su Flavia Montanaro 1279 Articoli
Classe 1985. Appassionata di serie tv. Web editor per una serie di fortunate coincidenze. "Noi non uccidiamo mai chi è vivo". [Rick Grimes]

Commenta per primo

Rispondi