Scott Gimple parla di The Walking Dead 9

Scott Gimple non è più lo showrunner di The Walking Dead ma, anche se molti speravano in un suo licenziamento dopo la scelta di eliminare Carl Grimes dallo show, continua ad occuparsi del mondo apocalittico di Robert Kirkman nel ruolo di chief content officer. Grazie a questo nuovo incarico può supervisionare il lavoro della nuova showrunner Angela Kang. Scott Gimple non vede l’ora di assistere alla fusione tra passato e futuro di The Walking Dead perché il ruolo dello showrunner è molto delicato e ognuno ha una sua visione della storia.

Dopo la fine della guerra tra Rick Grimes e Negan le cose cambieranno, perché secondo Scott Gimple quello è stato l’epilogo finale di “un certo stile di vita”. Dopo l’apocalisse zombie tutti i superstiti sono impegnati nella costruzione di un nuovo ordine mondiale, un sogno ambizioso che forse solo Carl Grimes aveva compreso sino in fondo. Purtroppo è molto difficile unire gli intenti delle comunità che si sono fondate e si sono date delle regole. Ci sono comunità evolute come i Sopravvissuti di Rick Grimes che hanno dimostrato di saper combattere e di adattarsi, comunità basate sulla collaborazione come quella di Re Ezekiel, e ancora le donne di Oceanside che sono chiuse e rifiutano qualsiasi tipo di contatto, i Salvatori di Negan che erano succubi del loro leader, e ancora gli Scavangers di Jadis ormai sterminati, e Hilltop la comunità di Gregory ormai nelle mani di Maggie.

Nelle ultime puntate di The Walking Dead 8 abbiamo anche incontrato un nuovo personaggio: Georgie. La sua comunità è ben diversa dalle altre e sicuramente nella prossima stagione i produttori approfondiranno la sua storia in attesa dell’arrivo di un nuovo nemico, così come dicevamo ieri, che non è detto che siano Alpha e il gruppo dei Whisperers. Intanto vi lasciamo con le primissime immagini dal set di The Walking Dead 9.


Informazioni su Flavia Montanaro 1079 Articoli
Classe 1985. Appassionata di serie tv. Web editor per una serie di fortunate coincidenze. "Noi non uccidiamo mai chi è vivo". [Rick Grimes]

Commenta per primo

Rispondi