Shane parla di The Walking Dead e svela un particolare inedito

Shane parla di The Walking Dead e svela un particolare inedito

0

Per ben tre stagioni di The Walking Dead, l’attore Jon Bernthal ha interpretato Shane Walsh, poi è diventato un walker, ma questa è un’altra storia. Sono passati tanti anni da quando l’antagonista di Rick Grimes ha lasciato lo show, ma ancora oggi riecheggia tra i fan il suo nome perché, nonostante tutto, è stato un personaggio fondamentale nella storia. Tuttavia l’attore è ancora molto legato ai suo ex colleghi e qualche giorno fa, durante un panel al Phoenix Comicon ha svelato alcuni particolari inediti.

Nulla di così scioccante, Shane ha solo raccontato qual è stata la sua scena preferita. Si tratta di un momento che l’ha visto come protagonista ma dobbiamo tornare indietro alla seconda stagione. Nel settimo episodio di The Walking Dead 2 intitolato “Muore la speranza”, Shane trova Sophia che era rinchiusa nel fienile di Hershel. Una conclusione tragica per quello che, secondo i critici, è l’arco narrativo più deludente della serie (lo showrunner non era più Darabont ma Glen Mazzara). L’ultima volta che avevano visto Sophia era inseguita da un branco di famelici walker ed era stata infettata. Come ricordate Hershel era convinto che gli zombie si potessero curare e li aveva chiusi tutti insieme nella stalla.

Carol e gli altri sopravvissuti sotto shock non sono riusciti a trattenere le lacrime e Rick Grimes ha premuto il grilletto per uccidere la figlia di Carol. Una scelta difficile ma necessaria, Sophia rappresentava una minaccia per il gruppo e con quel colpo Rick le ha impedito di soffrire. Quell’episodio ha segnato una svolta e, nonostante la brutalità, è il preferito di Shane. Tra le morti di The Walking Dead quella di Sophia è quella che più ci impressiona. E voi cosa ne pensate siete d’accordo con John Bernthal? Qual è la vostra scena preferita?

No commenti

Lascia un risposta