The Walking Dead 5×15, cosa diventeranno i nostri eroi?

carol peletier
Carol e i suoi oggetti inseparabili: la pistola e il maglione a fiori

A poco meno di due puntate dalla conclusione della quinta stagione di The Walking Dead, è giunto il momento di verificare se le previsioni degli attori combaciano effettivamente con il comportamento dei nostri personaggi preferiti. Definita in anticipo da Andrew Lincoln e soci come una stagione in cui i confini morali del gruppo di sopravviventi sarebbero stati messi in discussione più e più volte, la puntata che andrà in onda il prossimo 23 Marzo porterà indubbiamente altri problemi già preconizzati dalla promo dell’episodio “Try”, in cui Deanna e Rick venivano ritratti accanto a quattro lapidi bianche.

Dalla precedente puntata, sappiamo che due dei poco ambiti posti sono stati occupati da Noah e Aidan, perciò è legittimo chiedersi: chi li seguirà, nei prossimi episodi? A questa domanda se ne accompagna un’altra, ovvero: siamo del tutto certi che i nostri beniamini non siano diventati, pur essendo partiti da una premessa di sopravvivenza legittima in un mondo postapocalittico come quello ritratto da The Walking Dead, i veri antagonisti ed i perfidi nemici da combattere? La linea relativa a quanto è giusto o sbagliato è stata oltrepassata diverse volte, e la definizione coinvolge pienamente Carol, uno dei personaggi che più di altri ha dimostrato di sapersi reinventare in mille ruoli diversi, da avventuriera a stratega del gruppo, con degli inquietanti punti di maniacalità spinta, in grado di incitare all’uccisione.

I nostri eroi diventeranno quindi i veri “villain” della situazione? Che cosa ci sveleranno le ultime puntate che il promo non abbia ancora mostrato? Mancano poche settimane alla risoluzione di questi dubbi sull’esile filo che in TWD separa vita e morte.


Informazioni su Flavia Montanaro 1197 Articoli
Classe 1985. Appassionata di serie tv. Web editor per una serie di fortunate coincidenze. "Noi non uccidiamo mai chi è vivo". [Rick Grimes]

Commenta per primo

Rispondi