The Walking Dead 6: cosa si nasconde dietro la morte di Jessie?

Sicuramente perdere la propria donna nel giorno di San Valentino è un’esperienza che ti segna per tutta la vita, ma non nel mondo apocalittico di The Walking Dead, dove non esiste più nemmeno il sabato e tutti i giorni sembrano dei lunedì. Quello che ne è uscito più sconfitto di tutti nell’episodio “No way out” è sicuramente Rick Grimes, che ha dovuto scegliere di salvare il figlio Carl piuttosto che la donna amata, Jessie. L’epilogo finale è stato tutt’altro che positivo visto che il ragazzetto ha perso un occhio e si salverà, ma nonostante questo Rick Grimes è un uomo distrutto. Epica la scena in cui si è lanciato verso la mandria di walker per sfogare la sua rabbia e il suo dolore e per salvare quello che resta della comunità di Alexandria. Questa volta saprà reagire e non si lascerà sopraffare dalla disperazione, arrivati a questo punto della storia non può più ascoltare quel gran mostro che alberga nella sua mente e che lo spinge a sentirsi in colpa per le morti delle persone che ama.

Nel prossimo episodio di The Walking Dead non vedremo Rick con il bottone nero alla camicia, anzi avrà superato il lutto, pur con qualche graffio. Nel momento in cui ha tagliato il braccio a Jessie la donna era già morta, quindi non ha fatto una scelta reale, ma solo quella più giusta. L’attrice non ha preso molto bene la scelta degli autori di farla uscire di scena, perché sin dall’inizio non era ben chiaro il ruolo e il destino di Jessie, poche settimane dopo aver saputo che era stata scritturata per quella parte ha chiesto se dovesse prendere un appartamento in zona, e qualche settimana dopo ha ricevuto la risposta. Alexandra Breckenridge ha anche inviato una mail a Scott Gimple provando a fargli cambiare idea in cui proponeva una trama alternativa: «I suoi figli vengono uccisi, Sam viene mangiato e Ron viene ucciso mentre cerca di uccidere Rick, e lei lascia il gruppo e viene ritrovata nella settima o ottava stagione, scoprendo che è diventata una donna pazza e selvaggia».

Quando hanno girato la prima scena della sequenza in cui Jessie e i suoi figli sono morti in uno sbatter di ciglia, è stato molto difficile, ma gli altri membri del cast le sono stati vicino, Lauren Cohan, Christian Serratos e Alanna Masterson l’hanno aspettata sino alle sei del mattino per aprire una bottiglia di champagne e salutarla. Come capita spesso quando un personaggio di The Walking Dead lascia il cast, è stata organizzata una cena in suo onore altrettanto triste perché oltre a lei il cast ha salutato Deanna Monroe, il capo di Alexandria e non solo.


Informazioni su Flavia Montanaro 1213 Articoli
Classe 1985. Appassionata di serie tv. Web editor per una serie di fortunate coincidenze. "Noi non uccidiamo mai chi è vivo". [Rick Grimes]

Commenta per primo

Rispondi