The Walking Dead 6: Norman Reedus parla di Glenn e di Negan

Iniziamo subito dallo spoiler così chi vuole leggere l’articolo può farlo tranquillamente, questa sera in “Always Accountable” ascolteremo una voce attraverso il walkie-talkie, molti fan sono convinti che si tratti di Glenn ma Norman Reedus ha già detto che non è lui, anche se scopriremo molto presto se è ancora vivo.

Nel nuovo episodio di The Walking Dead 6, i riflettori si sposteranno lontano dalla safe zone di Alexandria e i riflettori saranno puntati su Daryl, Sasha e Abraham che avranno a che fare con una nuova serie di nemici. Secondo Norman Reedus in questo episodio di The Walking Dead 6 inizia un nuovo arco temporale molto ampio e intenso e lui è molto contento di averne fatto parte, per Mr. Balestra è come saltare dalla cima di una montagna, veloce ed emozionante. L’intervista, riportata su IGN parla anche del fatto che in The Walking Dead 6 vengono presentati i personaggi uno alla volta, questo significa che tutti gli attori non sono insieme durante le riprese e Reedus si presenta sul set per guardarli in azione visto che è un vero fan dello show. Proprio come noi Norman Reedus ha guardato la scena in cui Glenn sembra essere divorato dagli zombie e non credeva che fosse vero. Ha avuto la nostra stessa reazione, dopo la fine della puntata ha spento la tv e ha iniziato a camminare per la sua stanza incredulo. Se ricordate tempo fa vi abbiamo raccontato che Norman Reedus ha detto che l’attore che più gli mancava era Steven Yeunn, quindi non sappiamo se credere o meno al fatto che sia sconvolto e che non sappia se Glenn sia vivo o morto.

Grazie a Norman Reedus abbiamo scoperto che le riprese di The Walking Dead 6 non sono ancora terminate, la scorsa settimana hanno girato delle scene sino alle 7 del mattino, pensate che dopo una notte insonne passata a lavorare alla fine partono gli applausi entusiasti per quello che hanno creato. Jeffrey Dean Morgan dovrà abituarsi a questa nuova vita in Georgia perché essere Negan e far parte del cast di The Walking Dead è un’esperienza che ti segna. Reedus ha detto che l’attore non è ancora arrivato sul set di The Walking Dead 6 però ha raccontato che si conoscono da circa 15 anni e che è un bravissimo attore, qualsiasi personaggio interpreti riesce a colpire, ha stile e talento. Solo che in questo show non basta essere bravi, la sfida più difficile è adattarsi al mondo apocalittico, confermando ancora una volta che The Walking Dead non è sangue e budella ma uno show che punta tutto sull’aspetto psicologico.


Informazioni su Flavia Montanaro 1120 Articoli
Classe 1985. Appassionata di serie tv. Web editor per una serie di fortunate coincidenze. "Noi non uccidiamo mai chi è vivo". [Rick Grimes]

Commenta per primo

Rispondi