The Walking Dead 7, episodio 5: commenti e reazioni social a ‘Go getters’

Bentornati al nostro appuntamento con le recensioni e i commenti social su The Walking Dead 7. Quando abbiamo lanciato questa iniziativa non immaginavamo che avrebbe avuto così tanto successo, vi ringraziamo perché siete sempre disponibili a condividere le vostre opinioni. Oggi abbiamo deciso di recuperare un po’ di commenti sparsi sotto la foto con il primo piano di Jesus e sotto la nostra recensione. C’è davvero tanto su cui riflettere, non poteva essere diversamente dopo un episodio ricco come quello andato in onda ieri sera.

Iniziamo subito con i commenti: Gianfranco G.: “Un bell’episodio. Vivace e ricco di spunti. Jesus si è rivelato un bel tipo. In gamba. La situazione a Hilltop in evoluzione e presto Karl e Jesus porteranno informazioni su Negan e, penso, Daryl. Una impressione: a me il luogotenente di Negan pare non sapesse nulla dell’auto con la musica e dei falò con gli zombi. Arriva qualcun altro…? (Non arriva nessuno, sono stati proprio i Salvatori a lasciare accesa la radio).

Luciano S.: “Bella puntata! E finalmente c’è gente che mostra i (censured 😛 ), anche se due di loro sono donne. La morte di Glenn é servita per far evolvere Maggie, che non ci ha messo molto per farlo. Anche Sasha dimostra di voler reagire aiutata molto da Jesus. Per ultimo Carl che non vuole cedere senza far niente a costo di lasciarci la pelle. Mentre Rick sempre più versione ‘mammoletta’… Poi abbiamo avuto un grande Simon… bel personaggio… degno braccio destro di Negan. Gregory si rivela come uno dei personaggi più odiosi della serie, debole, codardo, servile che avrebbe tradito Maggie senza pensarci un attimo… darà molti problemi… non vedo la sua aspettativa di vita molto lunga…”

Giorgio C.: “Personalmente mi piace il coraggio di Carl, ma siamo onesti, considerando quanto è successo, ragiona da egoista. Semplicemente perché cosa può fare lui da solo, contro un esercito di uomini armati di tutto. Tra l’altro una volta beccato Negan potrebbe prendersela non con lui, ma con altri del gruppo, per darli una lezione. Poi è chiaro che tutti siamo d accordo che c’è bisogno di tirar fuori le palle.. Rick in questo momento ha capito che o si sottomettono, o c’è il rischio che ad ogni incontro con Negan qualcun altro ne esca fuori col cranio fracassato. Quindi non sono tanto d accordo con chi dice che è senza palle. In realtà deve essere pesante per lui non poter reagire, come nei casi in cui si è ritrovato alle spalle di Negan con Lucille tra le mani. Avrebbe potuto massacrarlo, ma sa che ogni suo gesto poi ricadrà sulla sua gente e non su di lui.… ma si sa, tutto quello che si tiene dentro, prima poi verrà fuori…e la reazione imponente ci sarà”

Roberto D.: “Le frasi “Tutti siamo Negan” e “Io sono ovunque” sono quelle che mi hanno più ispirato in questa stagione, frasi che hanno portato un significato nuovo al “modo di dire”. Ho avuto conferma in questa puntata, non c’è bisogno che ci sia Negan per avere ansia, o per aver paura per la morte di qualcuno, “tutti sono Negan” e tutti portano con se un ansia tremenda, anche quando la vittima può essere uno insignificante come Gregory… Finalmente abbiamo visto Maggie e sappiamo che “sta bene” il piccolo Glenn è vivo, ho visto finalmente un saluto degno a Glenn e Abraham, ne avevo bisogno, tutti me avevamo bisogno. Tutti stanno cercando di reagire, di trovare un modo per danneggiare o avere un vantaggio futuro contro Negan, tutti tranne Rick, che questo significhi che tutti vogliono lottare, compresa Michonne che a prima vista appoggia Rick, ma in cuor suo sa che non è la soluzione, non è vita. Carl invece è sempre più intenzionato a uccidete Negan, anche a costo della sua vita. (Volevo evitare di parlare di Gregory, persona inutile e spregevole). Rubare dalla tomba di Glenn, inchinarsi ai Salvatori ed essere fiero, aver cercato di consegnare Maggie e Sasha ai Salvatori… Una persona veramente codarda e inutile, fortunatamente “qualcuno” sta per prendere il suo posto. Jesus tra calci e voli, si guadagna sempre di più la mia stima, speriamo che sia lui la salvezza di Carl. Qualcosa inizia a muoversi, prepariamoci. Puntata stupenda, Maggie col trattore (andiamo a comandare). Si inizia a vedere segni di ripresa dai nostri, Negan inizia a tremare”.

Chiudiamo con Guido C. che ha scritto: “Leader di Hilltop è come essere sindaco di borgo 3 case”.


Informazioni su Flavia Montanaro 1279 Articoli
Classe 1985. Appassionata di serie tv. Web editor per una serie di fortunate coincidenze. "Noi non uccidiamo mai chi è vivo". [Rick Grimes]

Commenta per primo

Rispondi