The Walking Dead 7, il finale migliore di sempre? Scontro tra “buoni” e “cattivi”

Ci siamo! È finita la settima stagione di The Walking Dead 7 e noi abbiamo lo stesso sguardo di Rick Grimes in questa foto. Non siamo ancora abbastanza lucidi per fare una recensione, quindi cerchiamo di riassumere quanto accaduto perché la carne putrida al fuoco in questo episodio è davvero tanta e ci vorranno mesi per digerirla. L’ episodio 99 della serie tv AMC segna l’inizio di un nuovo capitolo e la fine dell’era apocalittica così come l’abbiamo vissuta in sette stagioni. La puntata si è aperta con Sasha al buio che ascolta una canzone in stile jazz e rivive alcuni dei momenti più importanti della sua vita. Ad un certo punto ecco Abraham, i due si baciano e si vedono le scene dell’ultimo episodio della sesta stagione, ricordi interrotti dall’arrivo di Negan con la colazione: «Tu sei intelligente, bellissima, hai dignità e non frigni. Nessuno vuole vederti morire. Io non voglio. Quindi non devi. Ma qualcuno dovrà. Magari qualcuno nei piani alti. Ma non tu e non molte alter persone. Dobbiamo aiutare a risolvere una certa situazione di me*r*a. Rifatti gli occhi, oggi è un gran giorno!». Le scene cambiano spesso in questa prima parte, ma quando abbiamo sentito cantare “Un giorno, saremo tutti liberi” ci siamo emozionati. Incredibile Sasha! È morta dignitosamente, come Glenn e Abraham.

Spostandoci ad Hilltop scopriamo che finalmente Maggie è diventata il leader ma Rick Grimes le chiede di non intervenire perché la comunità può rappresentare un rifugio in caso Dwight (il traditore di Negan) abbia mentito. Maggie pensa su cosa è giusto fare e l’inquadratura cade sull’orologio di Hersel, proprio quello che venne regalato a Glenn. Ma in questa che è la resa dei conti “finale” sono tutti chiamati a combattere, dal Regno partono Re Ezekiel, Shiva e Carol in modalità “generale” dell’esercito nel cammino incontrano Morgan che oltre al avere l’armatura dei soldati del Regno impugna il suo fedelissimo bastone. Ci siamo ripresi dal momento di tristezza solo dopo che Re Ezekiel ha detto: «Vuoi i Salvatori morti? Morgan!». E lui si sblocca, anche se a fatica! Tutti hanno scelto da che parte stare ma i colpi di scena non sono mancati nel finale di The Walking Dead 7 perché Jadis la “spazzaturaia” ha voltato le spalle a Rick Grimes alleandosi con Negan. Prima di questo però c’è un dialogo tra Eugene che chiede al villain di parlare con i sopravvissuti perché secondo lui può convincerli ad arrendersi, una scena tragicomica davvero: «Le opzioni possibili sono pari a zero. Obbedienza cieca e fedeltà sono le vostre sole possibilità!». Eugene si commenta da solo, ma ben presto Rick Grimes scopre che il piano B di Negan erano gli scavengers e Sasha in versione zombie!

La battaglia inizia ma dura poco, perché Rick e Carl messi sotto tiro vengono portati davanti a Negan che dice: «Devo ricominciare tutto da capo Rick perchè tu capisca? Oh questo ti renderà molto triste…ed è ancora più difficile perché se avessi un figlio vorrei che fosse esattamente come il tuo…». Ad un certo punto il suo solito monologo viene interrotto dall’urlo di una donna e l’espressione di Rick Grimes cambia all’improvviso perché è convinto che Michonne sia in pericolo ma il nostro unico leader tira fuori (finalmente) gli attributi: «Prima o poi ti ucciderò, forse non oggi forse non domani, vi ucciderò tutti, siete già tutti morti». La situazione è pesante e mentre pensiamo “Chi la spunterà?” ecco che spunta Shiva e azzanna uno dei Salvatori. Ma non finisce qui: arriva anche Maggie! Abbiamo riso tantissimo perché Negan è un personaggio assurdo capace di essere ironico anche quando perde: «Lo senti Simon? Questo è il sapore della me*da». La chiusura finale è affidata a Maggie con una voce fuori campo che ricorda a Rick Grimes come è iniziato tutto e perché hanno scelto di sacrificarsi gli uni per gli altri. Ed è per questo che continuiamo a seguire The Walking Dead!


Informazioni su Flavia Montanaro 1060 Articoli
Classe 1985. Appassionata di serie tv. Web editor per una serie di fortunate coincidenze. "Noi non uccidiamo mai chi è vivo". [Rick Grimes]

2 Commenti

  1. A dire il vero io credo ceh continuerò a seguire solo il fumetto . Orami questa serie TV è diventata lenta, noiosa, i colpi di scena son telefonati e scontati. Il fumetto si, invece , che ti tien in asia pagina dopo pagina. Qui sembra più il set di Beautiful, solo teso ad allungare il brodo e basta… Peccato . Attori tutti bravissimi ma sceneggiatori da buttari. Parere mio , ovviamente.

Rispondi