The Walking Dead 7: l’alba di un nuovo giorno, l’oscurità regnerà sovrana?

Questa notte il destino si è compiuto. Negan, che da mesi giocava alla conta con i sopravvissuti di The Walking Dead, alla fine ha colpito. Mentre scriviamo la nostra prima recensione della settima stagione su Fox va in onda l’episodio doppiato. Guardare in piena notte quello in lingua originale è stata un’esperienza terrificante. Non abbiamo più chiuso occhio! E vi confessiamo che per tutto il giorno ci è rimasta appiccicata quella strana sensazione di smarrimento, anche se eravamo preparati al peggio. Non vogliamo più tornare sulla storia degli spoiler, sulla nostra pagina Facebook abbiamo spiegato tutto. Ci concentriamo su quello che è successo.

Sapevamo che Negan avrebbe colpito a morte Abraham, non abbiamo ancora letto le dichiarazioni dei produttori, le approfondiremo nei prossimi giorni. La nostra teoria la conoscevate già. Il personaggio interpretato da Michael Cudlitz ha fatto una grande uscita di scena, è un po’ macabro affermarlo, ma è una morte degna di Abraham. Lui è sempre stato un duro e ha sfidato il villain che non ha osato colpirlo ancora con Lucille, la mazza chiodata. In quel momento è iniziata una nuova storia: l’era di Negan.

abraham_lucille

Come se la morte di Abraham non avesse gettato tutti nello sconforto ecco che arriva il colpo di scena. Abbiamo perso il conto ormai di tutte le volte che davano Glenn per morto, e adesso non c’è più alcuna possibilità di rivederlo in vita. La sua fine è stata quella più dolorosa di tutta la serie. Anche lui ha resistito sino alla fine e, nonostante il momento splatter, è scesa la lacrimuccia. Quando ha guardato l’amore della sua vita e le ha detto «I will find you» abbiamo odiato Kirkman, più di quel lunedì in cui ha deciso di piazzare il cliffhanger per chiudere The Walking Dead 6. Glenn, interpretato da Steven Yeun era il braccio destro di Rick, e ora cosa farà lo sceriffo Grimes? Ha detto a Negan che lo ucciderà, ma noi siamo sicuri che sarà Maggie il personaggio che subirà un’evoluzione significativa in questa settima stagione, assettata più che mai di vendetta.

Negan è capace di mettere Rick Grimes alla prova come mai era accaduto sino ad ora. Le regole sono cambiate adesso e chi non le rispetta viene punito. Forse un giorno lo sceriffo Grimes ucciderà davvero Negan, ma quel giorno è ancora troppo lontano. Il lungo dialogo con i primi piani dei due leader lo avevamo già visto nell’anteprima, e i fan del fumetto saranno “felici” del fatto che Kirkman non ha stravolto una delle parti più importanti di The Walking Dead, ovvero la morte di Glenn. La battaglia per la sopravvivenza è solo all’inizio, ma vi sono dei dettagli molto importanti da non sottovalutare per il futuro, Negan è capace di soggiogare tutti e di piegarli alla sua volontà. Rick è quello che ne esce più sconfitto, dovendo scegliere tra tagliare il braccio al figlio Carl e salvare la sua vita e quella degli altri superstiti. Negan gli ordinerà di fermarsi! In tutto questo i Salvatori hanno pure rapito Daryl! Che inizio di stagione ragazzi!

glenn_lucille


Informazioni su Flavia Montanaro 1061 Articoli
Classe 1985. Appassionata di serie tv. Web editor per una serie di fortunate coincidenze. "Noi non uccidiamo mai chi è vivo". [Rick Grimes]

Commenta per primo

Rispondi