The Walking Dead 7: sarà davvero una stagione epica come dice Robert Kirkman?

Prima di parlare di quello che ha detto Robert Kirkman nell’ultima intervista, abbiamo una comunicazione di servizio: non sappiamo quando esce il dvd della sesta stagione di The Walking Dead? Siete in tanti a chiedercelo, ma sbirciando sul web non abbiamo trovato info utili, e su Amazon non è disponibile nemmeno il pre-order. Detto questo torniamo al nostro Robert. Come sappiamo The Walking Dead 7 debutterà sul piccolo schermo il 23 ottobre 2016, noi dobbiamo fare i conti con il fuso orario, ma ci stiamo già organizzando.

Una cosa è certa, per noi la premiere di The Walking Dead non sarà certo con i pop corn ma con i biscotti della mitica Carol (qui la ricetta!). In un’intervista ad Entertainment Weekly il creatore dello show apocalittico ha annunciato che “la nuova stagione sarà epica”. Sino ad ora The Walking Dead ha mostrato le vicende di un gruppo di persone che cercavano di sopravvivere, ma per Kirkman sono diventati troppo “arroganti” (noi diremmo: Se la credono!). L’incontro con Negan è importante perché capiranno di aver agito con ingenuità o meglio, scopriranno di essere deboli.

E a proposito di debolezze come non pensare alla nostra Carol, il suo stato mentale continua a preoccuparci perché potrebbe rappresentare una minaccia per tutto il gruppo. Il suo personaggio ha attraversato molti momenti difficili nel corso selle sei stagioni, è una donna che ha perso tutto, anche sé stessa. Melissa McBride in un’intervista ha dichiarato che le “ferite” di Carol non si sono ancora rimarginate. Sappiamo che lo show televisivo non segue il fumetto, però nel numero 42 Carol decide di farsi mordere da Alice Warren, una walker, e poco prima della trasformazione si fa uccidere da Andrew. Questa vicenda secondo voi è “abbastanza epica” per trovare spazio nel piccolo schermo?


Informazioni su Flavia Montanaro 1060 Articoli
Classe 1985. Appassionata di serie tv. Web editor per una serie di fortunate coincidenze. "Noi non uccidiamo mai chi è vivo". [Rick Grimes]

Commenta per primo

Rispondi