The Walking Dead 9×08, recensione: i non morti Sussurrano

The Walking Dead non è una serie tv sui morti viventi, fanno solo da contorno. Lo aveva capito benissimo George Romero, il padre degli zombie. Proprio ieri vi abbiamo raccontato quello che è successo con Greg Nicotero. I veri morti viventi di The Walking Dead sono gli esseri umani, c’è una scena iconica sia nella serie che nel fumetto in cui Rick Grimes dice: «Noi siamo i morti che camminano». Rick Grimes. Purtroppo il suo piano è miseramente fallito. Voleva creare una grande comunità rispettando le diversità dei vari gruppi, mettere insieme tante teste non è possibile, anche perché quei non morti adesso sono diventati “vivi”. I Sussurratori sono arrivati, indossano pelle di zombie per confondersi, loro hanno imparato a sopravvivere così. La loro presenza forse rappresenterà quella svolta che tutti aspettiamo.

Il mid season finale è sempre un appuntamento importante, Evolution non è da meno. La puntata è partita con Daryl, Jesud ed Aaron in giro alla ricerca di Eugene che si imbattono in un gruppo di zombie che si muove in maniera strana. Purtroppo ci sono ancora degli “orrori” nella sceneggiatura, spesso ci si sofferma su questioni inutili per una puntata di questo tipo, per esempio l‘inserimento di Henry nella comunità di Hilltop poteva essere rimandato. Evolution non riguarda Negan, perché il villain non ha subito alcuna evoluzione durante la detenzione, è rimasto lo stesso. Nelle oscure prigioni di Alexandra, padre Gabriel cerca di parlare con Negan e di trovare in lui un briciolo di umanità. Negan non si è arreso, è rimasto il solito cattivo forte e manipolatore, capace di fare paura anche senza Lucille. Finalmente è libero e il suo ghigno è anche il nostro che da tempo attendevamo che qualcuno aprisse quella cella per lasciarlo uscire.

Purtroppo in questo episodio abbiamo dovuto dire addio a Jesus, un personaggio al quale eravamo affezionati. Il nuovo leader di Hilltop è la prima vittima dei Sussurratori. Ma spetta a Daryl fare una scoperta sconcertante, e cioè che il walker abile a schivare i colpi è un essere umano. Analizzeremo nei prossimi giorni gli altri dettagli di Evolution che possiamo riassumere con due parole: Sussurratori e Negan.


Informazioni su Flavia Montanaro 1219 Articoli
Classe 1985. Appassionata di serie tv. Web editor per una serie di fortunate coincidenze. "Noi non uccidiamo mai chi è vivo". [Rick Grimes]

Commenta per primo

Rispondi