The Walking Dead 9×11, recensione “Bounty”

L’episodio 9×11 intitolato “Bounty” ci aiuta a comprendere meglio chi è Alpha, il nuovo nemico e ci svela importanti informazioni sulla Fiera, l’evento che Ezekiel vuole trasformare in una grande festa per unire le comunità. Questa puntata di The Walking Dead 9 viaggia dunque sue due binari che sono destinati ad incrociarsi.

La scelta di Lidya

In alcuni trailer avevamo visto Alpha che chiedeva chi era il leader della comunità che stava incontrando, la risposta è arrivata in questo episodio anche se ormai era scontata: Daryl Dixon. È lui che porta avanti il dialogo con Alpha per evitare lo scontro e propone lo scambio. Vi avevamo anticipato anche della fuga di Henry e Lydia che è stata inutile perché la ragazza sceglie di salvare Luke e Alden e di consegnarsi alla madre. Le conseguenze sono disastrose. Alpha riserva alla figlia un’accoglienza tutt’altro che calorosa, bastano poche immagini per capire che è crudele e molto pericolosa. Una conferma per chi ha letto il fumetto.

Il neonato salvato da Connie

C’è stato un momento di tensione in “Bounty” quando Alpha ha deciso il destino del neonato. Per la leader dei Sussurratori si sopravvive solo in silenzio, il neonato non smetteva di piangere, nemmeno la madre ci riusciva, quindi era giusto che i vaganti lo prendessero. Connie è riuscita a metterlo in salvo rischiando la vita proprio come avrebbe fatto una madre, con l’aiuto di Luke, Daryl, Kelly, Earl e la moglie.

Le scelte di Daryl

Stiamo affrontando questa recensione per sequenze, descrivendo solo quelle che ci hanno lasciato qualcosa. Carol ha affidato Henry a Daryl, ed è proprio perché si sente responsabile che, dopo la scomparsa, si mette a cercarlo insieme al fedele Cane e a Connie. Daryl non agisce in questo modo perché non può perdere la fiducia di Carol, è il nuovo leader, e deve correre i rischi in prima persona, solo lui deve cercare Henry.

Il piano di Ezekiel

In questo episodio c’è anche posto per la meraviglia grazie ad Ezekiel. Il leader del Regno vuole trasformare la Fiera in un evento unico per ridare a tutti speranza. Ezekiel e Carol si impegnano per far diventare realtà il sogno di Carl Grimes: un mondo di pace in cui tutti lottano contro gli zombie. Il problema è che al Regno nessuno sa ancora che Jesus è morto e che esistono i Sussurratori. Purtroppo non è possibile scambiarsi informazioni in tempo reale. Mentre alle porte di Hilltop sono arrivati i Sussurratori, nel Regno gli zombie si combattono a ritmo di musica.


Informazioni su Flavia Montanaro 1279 Articoli
Classe 1985. Appassionata di serie tv. Web editor per una serie di fortunate coincidenze. "Noi non uccidiamo mai chi è vivo". [Rick Grimes]

Commenta per primo

Rispondi