The Walking Dead: Frank Darabont contro la AMC

Frank Darabont

Frank Darabont ha deciso, d’accordo con i suoi legali, di modificare le accuse contro la tv via cavo AMC. L’ex produttore di The Walking Dead infatti è convinto che la percentuale di guadagni che gli spettava si stata ridotta senza alcun motivo. É dal 2013 che Frank Darabont ha avviato una battaglia legale per dimostrare che il suo contratto è stato sciolto senza alcun motivo e, grazie al merchandise, gli spetterebbero decine di milioni di dollari.

Se Frank Darabont e la AMC non raggiungeranno un accordo entro un anno, avrà inizio il processo. Intanto l’accusa ha già presentato tutti i documenti per dimostrare che Frank Darabont ha percepito una percentuale del 7,5% e non del 10% per quanto riguarda i profitti, mentre per l’attività di produttore esecutivo la percentuale è passata dal 2.5% all’1.875%. Ma non finisce qui perché la AMC ha pagato a Frank Darabont il lavoro compiuto dallo showrunner solo per i primi 6 episodi della seconda stagione di The Walking Dead, mentre da contratto gli spettavano quelli sino alla conclusione (e quindi 13 puntate!). Dopo Frank Darabont è arrivato Glen Mazzara.

Tuttavia, la AMC è riuscita a spuntarla e ad ottenere una piccola vittoria. Frank Darabont infatti ha chiesto di cancellare l’accusa per essere stato mandato via senza motivo e quella di presunte attività illegali nella dichiarazione delle spese per la realizzazione dello show ai fini di ottenere agevolazioni fiscali. Come vedete cari walker, la vera apocalisse zombie è quella che c’è fuori!

n.b. Piccola curiosità. Sapevate che Frank Darabont è uno degli sceneggiatori del remake di Godzilla? Il regista, sceneggiatore e produttore di origini ungheresi, si è trasferito in America con la famiglia quando era molto piccolo e ha debuttato dietro la macchina da presa a soli 20 anni. Siamo davvero curiosi di conoscere la risoluzione di questa controversia con la AMC. Chi la spunterà? La tv via cavo o Frank Darabont?


Informazioni su Flavia Montanaro 1120 Articoli
Classe 1985. Appassionata di serie tv. Web editor per una serie di fortunate coincidenze. "Noi non uccidiamo mai chi è vivo". [Rick Grimes]

Commenta per primo

Rispondi