The Walking Dead: Lauren Cohan mostra il suo lato inedito da sopravvissuta

lauren cohan_maggie greene

Lauren Cohan è apparsa in splendida forma sulla copertina della rivista di moda Shape Magazine. Ultimamente Maggie Greene si fa vedere spesso in giro e dopo aver apprezzato il nuovo look con taglio di capelli cortissimo che ha messo in guardia i suoi fan ecco che adesso l’attenzione si sposta sulla sua forma fisica.

In una lunga intervista, Lauren Cohan ha svelato che da bambina era molto magra, ma non le interessava molto. Con l’arrivo dell’adolescenza le cose sono cambiate e veniva spesso presa di mira, soffrendo in silenzio. Una volta approdata al college ha iniziato a mangiare tante schifezze senza fermarsi, iniziando a prendere peso, per fortuna grazie a sessioni di sport intensive è riuscita a modellare le curve. Lauren Cohan si allena ogni mattina, anche quando si trova sul set di The Walking Dead ed è costretta ad alzarsi all’alba, la aiuta ad essere felice.

Tornando al destino di Maggie Greene, se confrontiamo la storyline del fumetto con quella della serie tv, possiamo ben sperare che Kirkman abbia in mente grandi cose per il personaggio. Nelle tavole infatti Maggie è ancora in vita, e dopo la morte di Glenn è diventata molto più forte superando le sue paure. Prende il posto di Gregory come leader della colonia di Hilltop e convince la popolazione a ribellarsi contro i Salvatori di Negan.

Come ben sapete la nostra mente a volte viaggia troppo… Maggie è una donna forte, tuttavia non possiamo fare a meno di pensare che Carol ha fatto un percorso in salita e, se nel fumetto è stata fatta fuori da tempo, sullo schermo il suo personaggio è uno dei più riusciti. Dopo il faccia a faccia con Morgan ce ne potrebbe essere uno con Gregory di cui vi abbiamo parlato proprio ieri. Che ne pensate? Questa pausa ci distrugge! Non vediamo l’ora che arrivi il 15 febbraio per capire come sono messi ad Alexandria.


Informazioni su Flavia Montanaro 1279 Articoli
Classe 1985. Appassionata di serie tv. Web editor per una serie di fortunate coincidenze. "Noi non uccidiamo mai chi è vivo". [Rick Grimes]

Commenta per primo

Rispondi