The Walking Dead: le immagini inedite del parco a tema, lunedì l’inaugurazione

parco divertimenti-the walking dead

Finalmente l’attesa è finita: si aprono le porte del parco divertimenti di The Walking Dead. Ormai è tutto pronto per l’inaugurazione ufficiale e i primi fortunati hanno già potuto attraversare il percorso dell’orrore in anteprima, come potete vedere dal video realizzato da Theme Park Insider. L’esperienza è resa ancora più reale dalla presenza degli effetti di scena già visti in The Walking Dead. All’ingresso c’è un elicottero bruciato dalle fiamme, ma il viaggio inizia dall’Harrison Memorial Hospital dove Rick Grimes si è risvegliato dal coma, in piena apocalisse zombie.

Non c’è molto tempo per guardare quello che c’è intorno perché una voce avvisa tutti di raggiungere la prigione. Non mancheranno le famose porte con su scritto “Don’t open dead inside”, con le mani dei walker che cercano di afferrare chi si avvicina. La sorpresa più grande per i fan è stata scoprire che il percorso si snoda attraverso la storyline delle sei stagioni di The Walking Dead e fra i nemici c’è anche Negan armato di Lucille. A questo punto la “prima” vittima può essere chiunque, anche un visitatore giunto dal nostro paese. I personaggi sono resi più realistici grazie alla tecnica dell’animatronic ma ci sono 12 stuntman che si aggirano minacciosi, pronti ad interagire con il pubblico.

Ovviamente il parco di The Walking Dead verrà aggiornato in base agli avvenimenti delle stagioni future, circa 1/3 dello spazio è stato progettato in maniera tale da essere modificato senza spostare troppe scenografie. Purtroppo l’ingresso è vietato ai minori di 13 anni e alle persone che si impressionano facilmente. Nel periodo di Halloween sono previste esperienze ancora più terrificanti. Ed ora ecco a voi il video, buona visione!


Informazioni su Flavia Montanaro 1279 Articoli
Classe 1985. Appassionata di serie tv. Web editor per una serie di fortunate coincidenze. "Noi non uccidiamo mai chi è vivo". [Rick Grimes]

Commenta per primo

Rispondi